Gruppo Assisi nel Vento

Di seguito una una breve spiegazione del gruppo ‘Assisi nel Vento’.

Segue una raccolta di tutte le locandine degli eventi, di fede e scienza (e a arte) realizzati dal 2013 al 2022 in Umbria, Greccio e Loreto.

LE ORIGINI DEL GRUPPO ASSISI NEL VENTO

Con la denominazione ASSISI NEL VENTO si intende parlare di un gruppo di ricercatori, in prevalenza, fisici o ingegneri, estesosi anche a teologi, che si incontrano periodicamente ad Assisi e dintorni (Greccio, Loreto e Terni) per sviluppare temi di fede e di scienza, in modo rigoroso e scientifico ma anche passionale e ‘condivisivo’ nella convinzione che lo scambio di informazioni facilità il raggiungimento della meta.

Novum

Negli incontri viene riservata una particolare attenzione per i temi che costituiscano un novum, una novità dal punto di vista scientifico e che fatta salva la neutralità intrinseca della scienza, possano comunque alla lunga portare una soluzione pratica ai grandi problemi del nostro tempo, privilegiando la condivisione delle informazioni e l’uso delle stesse per favorire la pace, lo sviluppo e la promozione umana giammai il contrario.

Per esempio nelle problematiche relative all’ambiente, con un approccio che dia evidenza a soluzioni pratiche di alcune problematiche specifiche ma che nel contempo tenda ad assorbire i principi etici e morali come quelli proposti dall’enciclica di Papa Francesco “Laudato Si’ ”.

La Ricerca del Nuovo

Cosi nella teologia, la ricerca del Novum si esplica soprattutto con lo sviluppo di temi legati alla pneumatologia e alla teologia del nome di Dio del Roveto e al significato fondativo del nome nuovo di Giovanni e Giacomo, Boanarges, e riprendendo argomenti come la diaconia angelica, ma anche altri come l’economia si veda il titolo del terzo convegno:

“Vento e Avvento dello Spirito, dall’Economia della Croce all’Economia della Voce”.

12 Ottobre 2013

Storicamente il primo incontro si è svolto il 12 ottobre del 2013 nella storica sala della biblioteca del Circolo Lavoratori della società Terni, con un convegno dal titolo molto significativo ‘Dall’energia della fabbrica del metallo al metallo per la fabbrica dell’energia?’.

In esso furono illustrate ad un pubblico molto qualificato, di ricercatori, fisici e docenti, le ultime scoperte in tema di energia prodotta da metalli ‘caricati’ con l’idrogeno (come il nickel e il rame in una lega denominata ‘costantana’).

Cantico di frate sole ed energia

Quel convegno fu dallo scrivente introdotto con la lettura del cantico di frate sole, che contiene in sé tutte le sorgenti energetiche di tutte le forme di energia (compresa quella mareomotrice che sfrutta l’andamento delle maree e che quindi si serve del lavoro fatto da sorella luna).

Fu per questa lettura che ebbi l’incoraggiamento a proseguire da uno dei relatori, il fisico Ubaldo Mastromatteo, credente e molto impegnato nelle attività pastorali della sua parrocchia di Bareggio(MI).

Ad esso si unì l’invito di un altro relatore, il fisico Francesco Celani, ricercatore dell’INFN di Frascati tra i più attivi del gruppo ANV, a continuare su questo percorso di incontri che mettono insieme fede e scienza evitando fanatismi e confusioni, ma facendo in modo che l’una dall’altra possano avere una forza reciproca.

La scienza e la fede

La scienza prende dalla fede l’eticità, il senso ontologico e metafisico delle cose che in sé non ha rischiando di fermarsi solo ad un discorso puramente gnoseologico, la fede prende dalla scienza quel rigore che gli permette di studiare le cose di Dio, non solo con il cuore ma anche con la mente e nel contempo di aprirsi ad un mondo che con i suoi progressi tecnologici e scientifici sta cambiando anche troppo velocemente.

Primi convegni sull’energia e la materia

Questa prima fase convegnistica ebbe il suo apice con il convegno del 28 giugno 2014 “Innovazione e ricerca nei sentieri della materia e dello spirito” celebrato ad Assisi nella storica sala della conciliazione del palazzo dei priori, e in cui si trattò nei nostri, per la prima volta, il tema della pace, come conseguenza anche della condivisione delle informazioni scientifiche.

Per esempio tramite la tecnica della live open science, che il Dr. Celani utilizzò durante i suoi esperimenti per circa sei mesi per confrontarsi tramite la rete con chiunque volesse seguire e dare il suo contributo alla ricerca facendo domande, proposte e obiezioni in tempo reale.

IL CONVEGNO FONDATIVO

Dopo vari convegni organizzati su vari temi, in particolare nel 2016 ad Assisi sull’Io Sono (in cui abbiano celebrato insieme anche l’anno santo della Misericordia varcando la porta santa della cattedrale di San Rufino) e a Loreto sul Nome di Maria (Kerikatomene), nel maggio del 2017 si decise di far coincidere l’incontro più importante del gruppo con il centenario delle apparizioni della Madonna di Fatima.

13 maggio 2017 – 100 anni dalla prima apparizione di Fatima

Il convegno si tenne, presso il centro congressi della Domus Laetitiae di Assisi ed ebbe come titolo: “Dal Sole di Fatima al Vento di Assisi ASSISI NEL VENTO – Vento dello Spirito, venti nuovi nelle scienze del Creato”.

Pneumatologia e materia

Il titolo, proposto dal teologo Francesco Bindella, fotografò molto bene il nostro interesse per lo studio teologico dello Spirito Santo e delle scienze tutte definite ‘del creato’ proprio per ricordare sempre, in uno spirito dechardiniano, il cammino che la materia stessa compie verso il punto ‘omega’ e che ha trovato nelle esposizioni della teoria del prof. Alberto Carpinteri (professore ordinario delle scienze delle costruzioni del politecnico di Torino) sull’evoluzione della Materia un interessante riscontro.

Evoluzione della materia

La terra sarebbe stata in origine più basaltica ed avrebbe trasformato la sua composizione materiale in quella attuale a seguito alle attività telluriche avvenute nelle diverse ere geologiche.

Al suddetto convegno parteciparono tra gli altri il frate cappuccino e ‘pellegrino’ fra Angelo Gatto, la giornalista Rai Elisabetta Castana, la madre dell’allora ‘servo di Dio’ Carlo Acutis, Antonia Salzano, l’esperto di archeologia industriale e storico Sergio Dotto, il teologo Francesco Bindella ed il teologo ed ebraista ed egittologo di fama Internazionale Fra Alviero Niccacci che a sua volta invitò la nota teologa suor Elena Bosetti.

Deformazioni Spazio Temporali

Tra i fisici oltre a Francesco Celani ed Ubaldo Mastromatteo ci fu la significativa presenza dei teorici delle deformazioni spazio temporali, Gianni Albertini ed Andrea Petrucci, che con Giovanni Cherubini e Fabio Cardone hanno dato il loro contributo scientifico, esponendo le loro ricerche ai nostri circoli e convegni.

I contenuti scientifici

La ricerca delle nuove energie, lo studio dei precursori sismici sono stati gli argomenti scientifici maggiormente approfonditi.

A questi vanno aggiunti gli studi delle problematiche relative all’intelligenza artificiale, a cui è stato dedicato il nono convegno ‘Assisi’ nel Vento’ dal titolo ‘Intelligenza Angelica ed Intelligenza Artificiale’ tenutosi nel Luglio del c.a. presso il museo internazionale del presepe di Greccio.

SPAZIO AI GIOVANI

Il gruppo di Assisi nel Vento, anche con la collaborazione della dottoressa Assia Akari Celani, ha co-organizzato, nel settembre del 2019, con l’associazione internazionale di fisici ISCMNS nella sede della Domus Pacis di Assisi, il convegno internazionale ICCF22 (in lingua inglese) che ha visto la partecipazione di circa 150 persone provenienti dal tutto il mondo (Giappone, Francia, Stati Uniti, Russia, Ucraina, etc.) con più di cinquanta relazioni scientifiche e di due workshop simili (uno in programma per il prossimo settembre 22).

Significativa la collaborazione e la presenza dal vivo della medesima dottoressa Celani al convegno ANV5 del dicembre 2020 svoltosi in pieno lockdown, in teleconferenza, ma trasmessa e gestita dalla Domus Pacis di Assisi.

Il titolo era:

ANV5 HOPE! UNA SANA E SANTA SOPRAVVIVENZA PER UN CAMMINO VERSO UNA VERA RINASCITA.

Aspetti attuali nelle ricerche scientifiche, teologiche… culturali. Relazioni, demo, esperienze e testimonianze.

Anche giovani relatori

Anche Il TgRai dell’Umbria ha dedicato dello spazio per raccontare di questo avvenimento carico di speranza.

Nell’occasione la Dr.ssa Celani, dopo la relazione della giovane ricercatrice Lydia Johnson Kolaparambil Varghese sulla Ricerca e Medicina nello spazio (Il comportamento del corpo umano nello spazio: sopravvivenza e opportunità terapeutiche) ha esposto la sua tesi di laurea sulla Ricerca e Bio-Medicina dal titolo “Tecnologia del scRNA seq per identificare le popolazioni di macrofagi nel cuore in condizioni fisiologiche e patologiche”.

Due interventi che hanno aperto ai giovani il gruppo di ricercatori di Assisi nel Vento.

Nel successivo ANV6 la dottoressa Celani ha condiviso un interessante contributo alla problematica dei vaccini con la relazione ”Ipotesi sul futuro dei vaccini come espressione di anticorpi su piante”.

FILMATI DELLE RELAZIONI.

È possibile reperire questi interventi sul canale you tube AssisiNelVento dove si possono trovare tutti i filmati dei convegni e dei circoli fatti dopo l’ICCFF22 del 2019.

Quelli fatti precedentemente si trovano nelle playlist del canale you tube claudiopace.

Altro materiale si può trovare sui siti internet assisinelvento.it e claudiopace.it.

25 Agosto 2022 Claudio Pace Coordinatore del gruppo Assisi nel Vento

Locandine

Filmati su canale you tube AssisiNelVento

Filmati su canale you tube claudiopace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *